ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE DEI LAGHI


Home

L'ORGANIZZAZIONE.

IL TEMPO SCUOLA

LE SCELTE EDUCATIVE.

LE SCELTE  METODOLOGICHE


L'OFFERTA FORMATIVA:

I  LABORATORI

RAPPORTI  SCUOLA – TERRITORIO.

CONTINUITA’ TRA GLI ORDINI SCOLASTICI

ORIENTAMENTO.

EDUCAZIONE  ALLA  SALUTE.

EDUCAZIONE ALLA SOLIDARIETÀ e ALLA COOPERAZIONE.

INSEGNAMENTO  DELLE  LINGUE  STRANIERE.

ATTIVITÀ SPORTIVA E MOTORIA.

INSEGNAMENTO  DELLA  RELIGIONE  CATTOLICA

ACCOGLIENZA ED INSERIMENTO DEGLI ALUNNI DI MADRELINGUA NON ITALIANA

INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE DI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA  VALUTAZIONE
PROGETTO D'ISTITUTO

INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE DI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

Il pieno esercizio del diritto all’istruzione e alla formazione degli studenti con Bisogni Educativi Speciali viene garantito dal Regolamento 8 maggio 2008, n. 17-124/Leg che dà piena attuazione dell’articolo 74 della legge provinciale n. 5 del 7 agosto 2006.

Tale Regolamento definisce e diversifica i destinatari di tali interventi:

  • alunni in situazione di disabilità certificata ai sensi della legge n. 104 del 1992;

  • alunni che presentano un Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA) accertato da uno specialista;

  • alunni in situazioni di svantaggio, determinate da particolari situazioni sociali o ambientali e da difficoltà di apprendimento.

In rapporto a queste situazioni il Regolamento indica nel dettaglio misure e servizi da erogare e strategie didattiche da adottare.

L’Istituto attiva tutte le misure ed i servizi previsti dal Regolamento per garantire l’integrazione e l’inclusione di questi alunni. Richiede risorse professionali (ins. di sostegno, assistenti educatori, facilitatori della vista o dell’udito) per affiancare i docenti di classe con interventi in compresenza, per piccoli gruppi e individuali. Provvede all’acquisto di sussidi didattici (libri, giochi, strumenti, materiali vari ecc.) che permettano lo svolgimento di attività adeguate alle capacità cognitive e alle abilità di questi alunni. Struttura spazi idonei allo svolgimento di attività individualizzate o per piccoli gruppi.

Il Gruppo BES

Gli insegnanti di sostegno, gli assistenti educatori e i facilitatori costituiscono il gruppo BES, coordinato da un insegnante referente. In accordo con i docenti di classe elaborano annualmente e aggiornano il PEI (Progetto Educativo Individualizzato) o il PEP (Progetto Educativo Personalizzato) in rapporto alla tipologia del bisogno educativo manifestato dai singoli alunni. Condividono le scelte didattiche e formative con la famiglia e con lo specialista che ha steso la diagnosi e che segue l’alunno, in almeno due incontri all’anno.

Segnalazioni situazioni di particolari difficoltà

Nell’eventualità che i docenti di classe riscontrassero particolari difficoltà (comunicative, logiche, mnemoniche, di relazione) in qualche alunno, viene compilata una scheda di segnalazione e descrizione di queste difficoltà (comunicative, logiche, di relazione), da consegnare alla famiglia dell’alunno per avviare un iter di consulenza presso uno specialista.

L’impegno di tutto il personale scolastico è quello di creare attorno a questi alunni un clima positivo, di piena accoglienza, di condivisione, nella convinzione che l’integrazione e l’inclusione di alunni con bisogni educativi speciali rappresenti un’occasione di crescita per l’intera collettività scolastica.



Inizio pagina