logo istituto

ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE DEI LAGHI

REGOLAMENTO DELL'ISTITUZIONE

Indice

Lettera A

Lettera B

Lettera C

Lettera D

Lettera E

Lettera F

Lettera G

Lettera H

Lettera I

Lettera L

Lettera M

Lettera N

Home

 Lettera G - Uso dei locali scolastici 

Fatto salvo quanto definito dalla delibera della Giunta provinciale n 1859 del 31 agosto 2007 . “Definizione di criteri e modalità organizzative al fine del miglior utilizzo e fruizione delle strutture scolastiche e formative in orario extrascolastico (art. 108 della L.P. 7 agosto 2006, n. 5)” e successiva modifica con delibera n. 2400 del 26 settembre 2008, l ’uso dei locali e delle attrezzature da parte delle scuole dell’Istituto è concordato, in fase di predisposizione dell’orario, secondo il criterio del massimo utilizzo.
Nel caso di impiego in contemporaneità verrà data precedenza:
1) alle attività curricolari del plesso in cui si trovano i locali o le attrezzature;
2) alle attività curricolari delle altre scuole.

La concessione in uso ad Enti ed Associazioni che operano in maniera continuativa nel territorio dei locali o degli spazi scolastici e delle attrezzature, è disposta per lo svolgimento di attività che realizzino la funzione della scuola come centro di formazione culturale, sociale e civile, nonché per attività extra scolastiche e manifestazioni pubbliche di interesse collettivo.

Termini e modalità per la presentazione delle domande
Le domande vanno presentate entro il termine del 31 settembre per le richieste di uso annuale e di norma almeno 15 giorni prima  dell’utilizzo per le domande relative ad attività occasionali  o di durata limitata nel tempo. Le domande devono essere indirizzate al Consiglio di Istituto.
Nelle domande dovranno essere precisati:
a) denominazione, ragione sociale, sede, domicilio o recapito, nonché nominativo del legale rappresentante  ovvero del responsabile del soggetto richiedente;
b) indicazione delle strutture e/o delle attrezzature richieste in uso;
c) descrizione delle attività programmate nelle strutture richieste in uso;
d) indicazione dei giorni e della durata oraria d’uso delle strutture;
e) indicazioni sulle modalità di effettuazione del servizio di pulizia delle strutture.
Nelle domande, il soggetto richiedente dichiara formalmente di assumere ogni responsabilità civile e patrimoniale per eventuali danni che, in conseguenza dell’uso concesso, possono derivare a persone o cose, esonerando l’istituzione scolastica da ogni e qualsiasi responsabilità civile e patrimoniale.

Criteri generali per la concessione in uso delle strutture:
1.La concessione in uso a terzi delle strutture è subordinata:
a) al prioritario uso per attività scolastiche negli orari stabiliti a tal fine dai competenti organi della scuola;
b) all’assunzione da parte del richiedente di ogni responsabilità civile e patrimoniale in ordine alle persone ed alle cose per tutto il periodo di utilizzo delle strutture;
c) all’emissione di autorizzazione da parte del Comune in quanto ente proprietario dell’edificio scolastico con il quale dovranno essere concordati eventuali oneri a carico.
d) all’utilizzo delle strutture per attività compatibili con la loro destinazione d’uso.

2. Nel caso di più richieste d’uso contemporaneo delle medesime strutture, la concessione è rilasciata con priorità ai richiedenti che, nell’ordine, svolgono attività:
a) per giovani in età scolare dai 6 ai 18 anni;
c) per il maggior  numero di partecipanti in relazione alla capienza delle strutture.

Emissione delle autorizzazioni e delega ad emetterle al Dirigente scolastico.
Il  Consiglio di Istituto è l’organo competente ad autorizzare l’uso dei locali scolastici.
Per le richieste presentate in corso d’anno il Consiglio delega al Dirigente scolastico la concessione in uso delle strutture nel rispetto dei criteri generali.
Circa le autorizzazioni emesse il Dirigente relazionerà periodicamente al Consiglio.

 

 

Inizio Pagina