logo istituto

ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE DEI LAGHI

REGOLAMENTO DELL'ISTITUZIONE

Indice

Lettera A

Lettera B

Lettera C

Lettera D

Lettera E

Lettera F

Lettera G

Lettera H

Lettera I

Lettera L

Lettera M

Lettera N

Home

Lettera B - Modalità di entrata e uscita degli studenti, assenze, ritardi, entrate ed uscite fuori orario

Art. 1) Entrata ed uscita degli alunni
Gli alunni possono entrare nella scuola nei 5 minuti che precedono l’inizio delle lezioni, pertanto il personale docente dovrà trovarsi a scuola all’ora sopraccitata per la vigilanza.
Le modalità specifiche di gestione della vigilanza verranno definite nel dettaglio nell’apposito” Piano della vigilanza” che dovrà essere redatto a cura dei docenti di ogni singolo plesso tenendo conto delle caratteristiche strutturali dell’edificio e delle condizioni gestionali in grado di garantire la maggiore sicurezza possibile per gli alunni. Il piano dovrà essere approvato dal Dirigente scolastico.
Gli alunni in ritardo sono ammessi in classe dal docente in servizio.
In caso di ripetuto e non giustificato ritardo l’insegnante richiamerà i genitori al rispetto dell’orario previsto.
Al termine delle lezioni le classi devono uscire con ordine dalle aule e l’insegnante le dovrà accompagnare fino all’uscita dall’edificio scolastico. Gli alunni trasportati frequentanti la Scuola Primaria verranno accompagnati fino allo scuolabus che dovrà sostare nelle immediate vicinanze della scuola così come previsto dai regolamenti provinciali.

  1. L’insegnante dovrà accompagnare la propria classe o gruppo anche negli spostamenti all’interno dell’edificio.

Art. 2) Entrate ed uscite fuori orario
L’entrata a scuola in ritardo rispetto all’inizio delle lezioni di (15 – 30 minuti) va giustificato da un genitore.
In via generale non è permesso agli alunni di abbandonare la scuola prima della fine delle lezioni. Solo in casi eccezionali e per gravi motivi (es. visita medica ) è consentita l’uscita durante l’orario delle lezioni .
Il genitore dovrà preavvertire per iscritto al mattino l’insegnante circa il motivo e l’ora di uscita e presentarsi personalmente a prendere il figlio.
Qualora il genitore non possa provvedere al ritiro dell’alunno e lo debba fare tramite persona di fiducia; questa dovrà essere maggiorenne e il genitore dovrà comunicare per iscritto il nominativo della persona delegata .
Chi si presenta a ritirare su delega, se non è conosciuto dagli insegnanti, dovrà essere munito di documento di riconoscimento.
In alternativa, il genitore potrà chiedere che l’alunno venga fatto uscire da solo dalla scuola, esonerando contestualmente gli insegnanti dalla responsabilità in materia di vigilanza.

Art. 3) Assenze
La frequenza scolastica è obbligatoria. I genitori, responsabilmente, devono giustificare le assenze dei propri figli sul libretto personale. In caso di assenza per malattia contagiosa, la famiglia, sentito il parere del medico curante, ne darà comunicazione al Dirigente perché si possa provvedere ad eventuali interventi di profilassi, in accordo con l’Azienda sanitaria locale.

Art. 4) Ricreazione
Durante la ricreazione, la cui durata non dovrà superare i 20 minuti, gli insegnanti sono tenuti a svolgere accurata sorveglianza e assistenza in ogni settore dello spazio in cui essa si svolge, sia all’interno dell’edificio che all’esterno, per impedire agli alunni giochi pericolosi e attività che possono recare danno a se stessi, agli altri bambini/ragazzi, all’edificio o all’arredamento.

Art. 5) Infortuni
In caso di infortunio l’insegnante è tenuto, con la collaborazione dei colleghi, a prestare le prime cure, ad avvertire la famiglia (se necessario) e a presentare, tramite la Segreteria dell’Istituto, denuncia di infortunio all’assicurazione, usando gli appositi moduli.

Art. 6) Utilizzo dei servizi mensa e trasporto
Gli alunni iscritti alla mensa e al trasporto devono utilizzare di regola tali servizi in forma continuativa. Esigenze particolari possono essere valutate in accordo tra la scuola e la famiglia.
Qualora per esigenze particolari il bambino o ragazzo debba rientrare a casa al termine delle attività del mattino, il genitore potrà comportarsi secondo una delle seguenti modalità:
 preavvertire per iscritto gli insegnanti e provvedere al ritiro personale dell’alunno al termine delle lezioni del mattino.
 oppure potrà chiedere per iscritto che l’alunno venga fatto uscire da solo dalla scuola ed indicare le modalità di rientro a casa. Contestualmente alla richiesta gli insegnanti dovranno essere esonerati da responsabilità in materia di vigilanza.
Le comunicazioni scritte di cui sopra dovranno essere trattenute agli atti della scuola.
In assenza delle comunicazioni scritte di cui sopra gli alunni iscritti ai servizi mensa e trasporto non potranno allontanarsi da scuola al termine delle lezioni del mattino per le responsabilità degli insegnanti in relazione alla vigilanza sui minori.
Il rientro a scuola per l’attività didattica pomeridiana è consentito cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni.
Un rientro con orario anticipato, fino ad un massimo di mezz’ora prima dell’inizio delle lezioni, può essere autorizzato su richiesta scritta, motivata, presentata dalle famiglie degli alunni al Dirigente Scolastico e verrà autorizzato solo se compatibile con il numero degli addetti alla vigilanza.

Inizio Pagina