ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE DEI LAGHI

Scuola Primaria di Vezzano


News

Organizzazione

Orario

Assegnazione docenti alle classi

Edificio

Piano di vigilanza

Regolamento interno

Regolamento d'Istituto

Agenda

Uscite

Progetti

Diari

La scuola

L'istituto


L'edificio

UN PO' DI STORIA


La presenza della scuola a Vezzano è documentata dal 1563 (scuola di grammatica); per quanto riguarda l'edificio sappiamo che nel 1846 "A Vezzano il locale offerto gratuitamente dal parroco è oscuro e ristretto" e che nel 1902 il Comune deliberò la costruzione del nuovo edificio scolastico.

Il resto è storia recente. Nel 1965 è stata aperta la scuola secondaria a Vezzano, nel 1969 la scuola primaria di Vezzano si è trasformata in Centro Scolastico accogliendo anche i bambini di Fraveggio, Ciago, Lon e Margone con un totale di 104 iscritti. Dal 1985 al 1988 la scuola è rimasta chiusa per ristrutturazione ed il Centro Scolastico è stato trasferito temporaneamente nella vecchia scuola primaria di Fraveggio. Nel 1988/89 la scuola, completamente ristrutturata, è stata riaperta. In quegli anni si è registrato il minor numero di iscritti (56 nell'89/90).

Nel 2006/07 tutte le famiglie di Ranzo hanno iscritto i loro bambini a Vezzano che hanno raggiunto così quota 113 portando allo sdoppiamento di due classi (2^ e 5^).Visti i numeri, è stata posizionata una scala metallica esterna per l'uscita di emergenza. Nello stesso anno è nato l'Istituto Comprensivo Valle dei Laghi dalla fusione dell'I. C. Cavedine e I. C. Vezzano. La conseguente maggiore esigenza di spazio, sia per la scuola che per gli uffici, ha comportato lo spostamento di questi ultimi in una sede staccata (sopra la cassa rurale in Piazza Perli a Vezzano) e l'adeguamento dell'edificio scolastico da allora completamente utilizzato per la scuola.

Per il futuro è stata ipotizzata dall'amministrazione comunale la possibilità di costituire un unico Polo Scolastico per primaria e secondaria di primo grado ampliando l'attuale edificio delle Scuola Secondaria; il progetto presentato nel 2001 (quando la riforma poi cancellata prevedeva una scuola unica di base della durata di un settennio) è stato subito finanziato dalla Provincia, ma la sua realizzazione ha incontrato notevoli ostacoli dovuti a ripetuti ricorsi di un privato.

Nel 2009 sono iniziati i lavori del primo lotto che prevedono la costruzione della nuova palestra e degli uffici; la struttura dovrebbe essere consegnata nel corrente anno scolastico e poi dovrebbero partire i lavori di ampliamento del secondo lotto che riguarda l'ampliamento dell'edificio scolastico.

Nell'estate 2010 è stata spostata una parete in modo da creare un'aula più spaziosa per la classe seconda e l'“aula arcobaleno”, utilizzata per attività di gruppo e per l'anticipo, è stata di conseguenza rimpicciolita.


DESCRIZIONE DELL'EDIFICIO


L'edificio è sistemato su tre piani e seminterrato.

Al pianterreno dall'ingresso si accede all'atrio su cui si aprono le prime due classi, l'auletta per piccoli gruppi denominata “aula arcobaleno”, lo stanzino della bidella, i servizi igienici, il sottoscala, l'ascensore.

Scendendo pochi scalini si raggiunge l'aula ginnica di dimensioni insufficienti per accogliere classi numerose, che perciò si spostano nella palestra della scuola secondaria per svolgere l'attività motoria. È comunque sufficientemente attrezzata e viene utilizzata anche al di fuori dell'orario scolastico da associazioni che operano sul territorio con gruppi ristretti.

A questa zona della scuola si accede anche da una porta indipendente dal resto dell'edificio. Di qui si scende nel seminterrato dove troviamo il magazzino, lo spogliatoio, i servizi igienici ed il locale mensa con cucina, dispensa, ascensore ed uscita di sicurezza. Da qui partono i piatti trasportati per gli alunni della scuola secondaria. Il servizio mensa è gestito dal Comprensorio C5 tramite la ditta Risto3.

Al primo piano dall'atrio si accede ad altre due classi (4^ e 5^ che costituiscono un modulo), all'aula di lingue, al piccolo laboratorio di informatica, ai servizi igienici. Nell'atrio è stato ricavato un piccolo spazio per attività di gruppo.

Al secondo piano dall'atrio si accede ad un'ultima aula (cl. 3^), una auletta per piccoli gruppi, un'aula magna, un angusto locale biblioteca, i servizi igienici, l'archivio.

Piazza Fiera, adiacente all'edificio, utilizzata normalmente come parcheggio, dalle 8 alle 14.30 viene chiusa da un cancello scorrevole ed utilizzata come cortile della scuola. Si trova sopra la strada di grande traffico Trento-Riva e di fianco alla strada di collegamento con le frazioni, vi è perciò proibito giocare a palla. Appresso a questo cortile c'è un piccolo, ma ben attrezzato, parco giochi che viene riservato agli alunni delle prime due classi.


Inizio pagina