ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE DEI LAGHI

Scuola Primaria di Vezzano

- Organizzazione

- Progetti

- Diari

- Attività opzionali facoltative

- Orario

- Assegnazione dei docenti alle classi

- Regolamento interno

- Piano di vigilanza della scuola

- Regolamento d'Istituto

- Agenda

- Uscite

News

 

 

Piano organizzativo della vigilanza

 

Luogo dell’accoglienza/svolgimento

Organizzazione della vigilanza da parte dei docenti

Regole alle quali gli alunni devono attenersi

L’accoglienza del mattino

La porta d’entrata viene aperta agli alunni alle 8.25, orario in cui è previsto l’arrivo degli scuolabus che hanno la loro fermata proprio davanti all’entrata.

L’accoglienza viene fatta al piano terra, in classe per i bambini di prima e seconda, nell’atrio per le altre classi.

Alle 8.30 la porta viene chiusa

 

Le insegnanti che prendono servizio in prima e seconda entrano nella loro classe ed accolgono lì i loro alunni.

Le insegnanti delle altre classi accolgono nell’atrio del piano terra i loro alunni e raggiungono le loro classi dopo essersi assicurate che gli scuolabus siano arrivati.

Se manca un’insegnante, la bidella accompagnerà i bambini in classe nell’attesa del suo arrivo.

La bidella assicura la chiusura della porta alle 8.30.

Le insegnanti tengono nota degli alunni ritardatari, dopo tre ritardi chiedono alla famiglia la giustificazione scritta, se il ritardo è frequente informano il Dirigente.

I bambini devono entrare a scuola da soli tra le 8.25 e le 8.30, salvo comunicazioni urgenti della famiglia all’insegnante.

I bambini di prima e seconda entrano subito nella loro classe, ma solo se vi è l’insegnante, altrimenti l’aspettano nell’atrio.

I bambini di terza, quarta e quinta aspettano nell’atrio che l’insegnante li inviti a salire, quindi salgono ai piani superiori con ordine.

I bambini che arrivano in ritardo devono giustificare il loro ritardo.

 

 

La ricreazione del mattino, (all’aperto e all’interno dell’edificio).

Tempo permettendo la ricreazione del mattino viene svolta insieme in cortile, altrimenti si rimane in classe o nell'atrio del proprio piano facendo giochi tranquilli.

Entrata e uscita dal cortile vengono fatte in file ordinate.

 

 

In cortile le insegnanti sono corresponsabili della vigilanza, se qualcuno deve assentarsi informa le colleghe.

Le insegnanti di 1^, 2^ e 3^ si posizionano all’entrata est del cortile e controllano che nessuno entri nell’edificio senza autorizzazione.

Le insegnanti di 4^ e 5^ si posizionano nella parte ovest del cortile.

L’ultima insegnante che rientra dal cortile chiude a chiave la porta di collegamento scuola-palestra.

All’interno la sorveglianza sarà condivisa dalle insegnanti presenti sullo stesso piano.

I bambini convalescenti, previa richiesta scritta e solo in caso di effettiva necessità, potranno fermarsi nell’edificio scolastico, sorvegliati dalla bidella.

Dal cortile i bambini possono utilizzare i servizi del piano terra previa autorizzazione dell’insegnante. I bambini non possono salire negli altri piani od entrare nelle classi durante le ricreazioni all’aperto.

Sia all’uscita sia all’entrata i bambini si spostano in file ordinate. 

L’ingresso e la vigilanza in mensa.

Le insegnanti in servizio il mattino accompagnano in mensa gli alunni alle 12.30, dopo aver utilizzato i servizi del proprio piano, e si accertano che i non frequentanti la mensa lascino l’edificio.

 

 

 

 

 

Le insegnanti in servizio il mattino accompagnano in mensa gli alunni alle 12.30 e segnano eventuali assenze sull'apposito modulo.

Le insegnanti che arrivano da casa entrano in servizio direttamente in mensa.

Le insegnanti mangiano su un tavolo con gli alunni a loro affidati e controllano che rispettino le regole concordate.

Alle 13.20 un insegnante accompagna i bambini con apparecchio ortodontistico che lo desiderino a lavarsi i denti con spazzolino ed acqua.

 

I bambini vanno in bagno e si lavano le mani prima di scendere in mensa; solo in casi eccezionali possono usare i servizi del piano terra durante il pranzo.

I bambini scendono in file ordinate ed occupano i posti assegnati dall’insegnante.

Durante il pasto si possono alzare solo in caso di effettiva necessità.

Alle 13.20 i bambini con apparecchio ortodontistico che lo desiderino, salgono a lavarsi i denti con l’acqua.

A fine pasto i bambini risalgono in classe con la loro insegnante in file ordinate.

La ricreazione tra mensa e ripresa pomeridiana delle lezioni, (all’aperto e all’interno dell’edificio).

Tempo permettendo, i bambini di 1^ e 2^ fanno la ricreazione pomeridiana nel cortile della nostra scuola o nel limitrofo parco giochi, i bambini di 3^, 4^ e 5^ la fanno al centro polivalente presso la scuola secondaria.

Se piove si passa la ricreazione all'interno ciascuno al proprio piano, facendo giochi tranquilli.

Si può usare l'aula di informatica solo col permesso ed il controllo di un’insegnante.

Con la presenza dell’insegnante le classi possono spostarsi anche in palestra o in aula magna.

 

 

 

 

In cortile ed al centro polivalente le insegnanti sono corresponsabili della vigilanza, se qualcuno deve assentarsi informa le colleghe. Le insegnanti controllano che non entrino nella zona riservata agli alunni altri bambini o ragazzi.

Per lo spostamento al centro polivalente si forma una fila compatta con un’insegnante davanti ed una alla fine. Se una classe per qualche motivo dovesse trasferirsi in un momento diverso sarà guidata dalla sua insegnante. Alle 14.25 si rientra a scuola come all’andata.

Dalle 14.25, le insegnanti che prendono servizio nel pomeriggio e quelle già in servizio in cortile o al parco o ai piani accolgono anche gli alunni delle classi non ancora rientrate dal centro.

All’interno la sorveglianza sarà condivisa dalle insegnanti presenti sullo stesso piano.

I bambini possono giocare a palla nel centro polivalente ma non nel nostro cortile o nel parco giochi.

Raggiungono il centro in una fila ordinata e compatta aperta da un’insegnante, ben di lato alla strada, senza spintonare e senza giocare con la palla.

Chi rientra da casa, tra le 14.25 e le 14.30, si presenta alle insegnanti che sono nel cortile o nel parco o ai piani e rimane con loro fino all’entrata.

I bambini convalescenti, dal lunedì al giovedì, previa richiesta scritta e solo in caso di effettiva necessità, potranno fermarsi nell’edificio scolastico, sorvegliati dalla bidella.

Dal cortile i bambini possono utilizzare i servizi del piano terra o entrare in classe per prendere/portare qualcosa, previa autorizzazione dell’insegnante.

L’uscita dall’edificio al termine delle lezioni e l’accompagnamento al pullman.

Alle 16.30 i bambini non trasportati vengono lasciati liberi sulla porta della scuola, quelli trasportati vengono accompagnati agli scuolabus.

 

 

Ogni insegnante accompagna i suoi alunni in una fila ordinata fino all’uscita della scuola e trattiene i trasportati fino all’arrivo degli scuolabus. All’arrivo dei bus fa attraversare e salire sulla vettura gli alunni trasportati. Attende poi all’entrata della scuola che tutte le classi siano uscite prima di allontanarsi in modo che l’ultima insegnante possa dare il via alla partenza dei bus certa che tutte le classi o gruppi siano usciti.

I bambini lasciano la loro aula in una fila ordinata guidata dall’insegnante.

All’uscita i non trasportati si allontanano subito dalla scuola; chi non è autonomo nel raggiungere la propria abitazione nel caso eccezionale di assenza dei genitori, informa subito l’insegnante che prende i provvedimenti necessari.

I trasportati, accompagnati dall’insegnante, raggiungono lo scuolabus e vi salgono in una fila ordinata.

Spostamento degli alunni all’interno della scuola.

Gli spostamenti in gruppo vanno fatti in file ordinate guidate all’insegnante, a lezioni in corso anche in silenzio.

Gli spostamenti individuali vanno fatti senza correre ed in silenzio.

Qualora lo spostamento sia di gruppo, l’insegnante guida la fila.

I bambini si spostano nell’edificio in gruppo in file ordinate e, a lezioni in corso, in silenzio. Quando si spostano da soli lo fanno senza correre ed in silenzio.

Inizio pagina